Garanzie e finanziamenti di Bpifrance

Per far fronte alla pandemia di Covid-19 e in aggiunta al dispositivo di garanzia che permette di sostenere il finanziamento bancario delle imprese fino a 300 miliardi di euro creato conformemente all’annuncio del Presidente della Repubblica il 16 marzo 2020, la Banca pubblica di investimenti francese Bpifrance propone di fornire le seguenti garanzie e finanziamenti alle imprese:

  • garanzia per il 90 % dell’importo preso in prestito in favore delle banche che accettano di concedere un prestito da 3 a 7 anni;
  • garanzia per il 90 % dell’importo dello scoperto di un conto corrente autorizzato dalle banche per un periodo di 12 a 18 mesi;
  • prestito senza garanzie da 3 a 5 anni, da 10 000 a 5 milioni di euro per le Piccole e medie imprese[1] e fino a 30 milioni per le imprese di dimensione intermedia (mid-caps)[2] con un differimento significativo del rimborso;
  • acquisto di crediti (fatture) al fine di concedere all’impresa un anticipo sul loro pagamento oltre un credito di tesoreria del 30 % del volume dei crediti acquistati.

[1] Le piccole e medie imprese (“PMI”) sono le imprese che impiegano meno di 250 persone, hanno un fatturato annuo che non eccede 50 milioni di euro o un totale di bilancio che non eccede 43 milioni di euro. (Articolo 3 del Decreto n°2008-1354)

[2] Le imprese di dimensione intermedia sono le imprese che non appartengono alla categoria delle PMI e che impiegano meno di 5 000 persone e hanno un fatturato annuo che non eccede 1 500 milioni di euro o un totale di bilancio che non eccede 2 000 milioni di euro. (Articolo 3 del Decreto n°2008-1354)