Attività nei cantieri edili

Il Governo francese non ha decretato la chiusura dei cantieri, delle attività edili e di produzione di materiali da costruzione come in Italia.

Tuttavia, alcuni cantieri hanno dovuto chiudere poiché non riuscivano ad assicurare la sicurezza di dipendenti e operai. Le associazioni di settore hanno inizialmente chiesto al Governo di intervenire per decretare la loro sospensione. Il Ministro francese del lavoro ha risposto che bisognava mantenere il più possibile le attività economiche.

I 3 e 10 aprile 2020, l’OPPBTP (Organismo professionale di prevenzione del settore della costruzione e degli appalti pubblici) ha pubblicato con l’avallo delle associazioni di settore e del Governo delle linee guida su come le imprese debbano comportarsi sui cantieri in considerazione del rischio Covid-19. Il 17 aprile 2020 il Governo ha pubblicato le stesse linee guida.

L’attività interrotta sui cantieri sta riprendendo nel rispetto di queste linee guida.

Si raccomanda quindi alle imprese italiane che lavorano in Francia di prenderne conoscenza e rispettarle.

Il Governo prevede di completare le linee guida tramite ordinanza con delle misure a destinazione di tutti gli attori del settore della costruzione (committenti, architetti, controllori tecnici, responsabili sicurezza).