Firma elettronica e dematerializzazione delle delibere societarie (4/4)

In Francia, il decreto 2019-1118 del 31 ottobre 2019 autorizza la creazione e la conservazione in formato elettronico di registri e verbali di delibere societarie. La firma elettronica apposta su tali documenti deve rispettare i criteri per la firma elettronica avanzata stabiliti dall’articolo 26 del Regolamento eIDAS, ripresi dall’articolo 1367 del codice civile francese. Inoltre,Continua a leggere “Firma elettronica e dematerializzazione delle delibere societarie (4/4)”

Firma elettronica in diritto francese (3/4)

Il diritto francese distingue lo scritto elettronico dalla firma elettronica. Firma elettronica Secondo l’articolo 1367 del codice civile e l’articolo 1 del  Decreto n° 2017-1416 del 28 settembre 2017, la firma elettronica consiste nell’utilizzo di un processo affidabile d’identificazione del firmatario che ne garantisce il suo legame con l’atto a cui si riferisce. In assenzaContinua a leggere “Firma elettronica in diritto francese (3/4)”

Firma elettronica e normativa eIDAS (2/4)

Il Regolamento n° 910/2014, cosiddetto “Regolamento eIDAS”, armonizza le regole relative all’identificazione elettronica e i servizi fiduciari per le transazioni elettroniche all’interno dell’Unione Europea. È applicabile dall’1°luglio 2016 e regolamenta in particolare la firma elettronica. Tre livelli di firma elettronica Il Regolamento eIDAS definisce i seguenti tre livelli di firma elettronica: Firma elettronica semplice (articoloContinua a leggere “Firma elettronica e normativa eIDAS (2/4)”

Cos’è la firma elettronica? (1/4)

La firma elettronica, come la firma manoscritta, è caratterizzata da 3 elementi: un documento, un firmatario e uno strumento di firma. Gli strumenti della firma elettronica, che hanno come scopo d’identificare il firmatario e di suggellare il documento per garantire la sua integrità, sono vari: Il certificato digitale, spesso una chiave USB (o una smartContinua a leggere “Cos’è la firma elettronica? (1/4)”

Menzioni obbligatorie sulle fatture

L’articolo  L441-9 del codice di commercio impone alle società commerciali francesi diverse menzioni obbligatorie da indicare sulle fatture: data di emissione della fattura  numero della fattura  data della vendita o della prestazione  identità del venditore o del prestatario: ragione sociale e numero SIREN o SIRET, numero d’immatricolazione al registro delle imprese, indirizzo della sede legale,Continua a leggere “Menzioni obbligatorie sulle fatture”

Clausole limitative di responsabilità

Le clausole limitative di responsabilità hanno come scopo di limitare o escludere gli effetti della responsabilità di un contraente. Tali clausole possono elencare i casi in cui la responsabilità sarà ammessa o esclusa, limitare l’esercizio dell’azione in responsabilità (per esempio prevedendo un periodo di tempo ridotto per agire) o determinare in anticipo un massimale perContinua a leggere “Clausole limitative di responsabilità”

Pratiche commerciali abusive e legge francese di applicazione necessaria

Attenzione all’applicazione della legge francese, non prevista dalle parti In una sentenza dell’8 luglio 2020 la Corte di cassazione conferma una sentenza della corte d’appello di Parigi del 21 giugno 2017 per aver qualificato due disposizioni del Codice di commercio riguardo le pratiche restrittive di concorrenza come leggi di applicazione necessaria, cioè leggi di ordine pubblico che siContinua a leggere “Pratiche commerciali abusive e legge francese di applicazione necessaria”

Termini di grazia

In applicazione dell’articolo 1343-5 del codice civile, il giudice può, su richiesta del debitore, concedergli dei termini di grazia. Significa che può rinviare o scaglionare il pagamento delle somme dovute dal debitore nel limite massimo di due anni. Il giudice decide quindi che la somma dovuta è esigibile ad una data posteriore a quella inizialmenteContinua a leggere “Termini di grazia”

Riduzione del prezzo per esecuzione imperfetta

Con la riforma del diritto francese delle obbligazioni del 2018 è stato introdotto un nuovo articolo 1223 nel codice civile che permette al creditore di un’obbligazione imperfettamente eseguita di ottenere una riduzione proporzionale del prezzo. Se il prezzo non è stato pagato, il creditore può procedere unilateralmente o con l’accordo di controparte alla riduzione delContinua a leggere “Riduzione del prezzo per esecuzione imperfetta”

Eccezione di inadempimento

Quando una parte è nell’impossibilità di fornire una prestazione e l’inadempimento è sufficientemente grave, l’altra parte può invocare l’eccezione di inadempimento per non adempiere il proprio obbligo corrispettivo in applicazione dell’articolo 1219 del codice civile. L’eccezione di inadempimento può essere invocata indipendentemente dall’origine dell’inadempimento: colpa o forza maggiore. L’articolo 1220 del codice civile permette inoltreContinua a leggere “Eccezione di inadempimento”